Ricavare un bagno da un ripostiglio

Quando avviene un cambiamento nella routine quotidiana o quando arriva un secondo figlio potresti decidere di voler creare un secondo bagno e, nello specifico, di ricavare un bagno da un ripostiglio

Questo intervento richiede particolari attenzioni perché tu ottenga un bagno funzionante: serviranno nuovi punti luce, gli scarichi per il lavabo e il wc, potrebbe essere necessario cambiare il pavimento, e mettere un rivestimento alle pareti. Dunque, vediamo a cosa fare attenzione nella progettazione di un bagno nuovo.

Come ricavare un bagno da un ripostiglio

Ecco alcuni suggerimenti pratici che possono essere utili per ricavare un bagno da un ripostiglio.

Sanitari: lavabo, wc, bidet…

Per sfruttare al massimo lo spazio consigliamo sanitari sospesi per quanto riguarda wc, lavabo, bidet e mobili così che sarà anche più facile pulire.

A seconda delle esigenze, se c’è ancora spazio si può installare una doccia o creare un angolo lavanderia dove sistemare la lavatrice e anche l’asciugatrice, incolonnate in verticale.

Rivestimenti e pavimenti

Se nel ripostiglio c’è già un pavimento adatto e facile da pulire, come quelli in ceramica o grès, lo si può mantenere e abbinare un rivestimento a parete

Se, invece, il pavimento fosse in parquet si può decidere di cambiarlo o di incollare un nuovo pavimento sopra a quello esistente e scegliere il rivestimento nello stesso stile. Sono tanti i materiali, le forme e i motivi tra cui scegliere.

Colori per il bagno

Blu, grigio e verde sono colori che danno una sensazione di maggiore spazio per cui possono essere i colori giusti per dare l’idea di un bagno più grande e più confortevole. 

Porte

Solitamente un ripostiglio è una stanza piccola dunque per cercare di ricavare più spazio possibile si può scegliere una porta scorrevole, da incassare nel muro, o una porta a soffietto. Se il soffitto è molto alto lo si può abbassare usando il cartongesso tenendo conto di non scendere sotto i 2,4 m stabiliti dal Decreto.

Il cartongesso si può utilizzare anche per nascondere gli scarichi del wc. E lo si può camuffare e rendere bello esteticamente con un rivestimento di piastrelle in grés.

Bagno: dimensioni minime secondo la normativa

Il DM del 5 luglio 1975 stabilisce le dimensioni minime della stanza da bagno e, in particolare, che l’altezza minima deve essere di 2.4 m. Ogni bagno deve essere fornito almeno di un lavabo e un wc, e va separato dagli ambienti della zona giorno tramite disimpegno o antibagno.

Inoltre, nel caso di un secondo bagno in cui non è possibile avere una finestratura per i ricambi d’aria bisogna installare la VMC, ovvero ventilazione meccanica controllata.

Oltre alle dimensioni minime della stanza bisogna anche considerare le indicazioni del DM 236/89 per la progettazione di un bagno accessibile. In base al decreto, per esempio, deve esserci uno spazio di:

– almeno 100 cm tra la tazza w.c. e il bidet

– 140 cm lungo la vasca con profondità minima di 80 cm per l’avvicinamento laterale di una persona su sedia a ruote

– 80 cm dal piano superiore del lavabo al calpestio ed essere sempre senza colonna con sifone preferibilmente del tipo accostato o incassato a parete.

Dunque nel ricavare un bagno da un ripostiglio bisogna fare attenzione a rispettare queste e altre indicazioni normative.

Come ricavare un secondo bagno?

Oltre agli aspetti pratici bisogna considerare che l’intervento che permette di ricavare un bagno da un ripostiglio è di manutenzione straordinaria

Se vengono fatte opere edili – non strutturali – è necessaria la presentazione di una pratica edilizia in Comune, la CILA – Comunicazione Inizio Lavori Asseverata. Se si interviene solo su impianti e pavimentazione, invece, non serve presentare alcun titolo edilizio.

Poiché si tratta di manutenzione straordinaria l’intervento permette di accedere alle detrazioni del 50% previste dal bonus ristrutturazione.

Quanto costa fare un piccolo bagno?

Fare un bagno piccolo ha un costo che dipende dai lavori necessari, dai materiali e dai sanitari scelti. Solitamente rientrano tra le spese queste voci:

  • sanitari
  • arredo bagno
  • impianto elettrico ed idraulico
  • riscaldamento
  • eventuale impianto di ventilazione
  • posa di un secondo pavimento, se necessario
  • rivestimento delle pareti

Le spese per realizzare un bagno vanno da un minimo di 2500 fino a circa 8.000 euro. Se il bagno misura più di 6 mq queste spese possono aumentare.

Ti aiutiamo a ricavare un bagno da un ripostiglio

Vuoi ricavare un bagno o un secondo bagno da un ripostiglio? Ti aiutiamo noi di Ristruttura-Arreda! Contattaci per parlare con uno dei nostri professionisti che farà un sopralluogo gratuito a casa tua e saprà consigliarti su:

  • interventi necessari per la trasformazione come nuovi punti luce, scarichi, pavimento e piastrelle
  • come arredare il bagno, dai sanitari al termoarredo
  • le porte 
  • i materiali e i colori più adatti.

E ti farà avere un preventivo dei costi personalizzato in base alla misura del bagno da realizzare e alle tue esigenze.

Questo articolo ti è stato utile? Condividilo!

Facebook
WhatsApp
Twitter
Email
Print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.